martedì, 21 Maggio, 2024
HomeAnaliticoPrimo rapporto USDA su produzione e scorte per la campagna 2024/2025

Primo rapporto USDA su produzione e scorte per la campagna 2024/2025

In un momento in cui le incertezze climatiche rimangono elevate tra i principali esportatori di cereali, l’USDA ha alimentato venerdì l’attuale nervosismo.

‹ adv ›

Stime USDA per il mercato UE

Nel suo primo rapporto per la campagna 2024/2025, l’USDA prevede un calo della produzione di grano nell’Unione Europea di -2,15 milioni di tonnellate a 132 milioni di tonnellate, in Ucraina di -2 milioni di tonnellate a 21 milioni di tonnellate e in Russia di -3,5 milioni di tonnellate a 88 milioni di tonnellate, compensato dall’Argentina, che guadagnerebbe 1,1 milioni di tonnellate di produzione a 17 milioni di tonnellate, dall’Australia con +3 milioni di tonnellate a 29 milioni di tonnellate, dagli Stati Uniti con +1,2 milioni di tonnellate a 50,5 milioni di tonnellate e dal Canada con +2 milioni di tonnellate a 34 milioni di tonnellate.

L’USDA prevede che la produzione mondiale di grano nel 2024/2025 salga a 798,2 Mt da 787,12 Mt nel 2023/2024, mentre il consumo dovrebbe aumentare a 802,4 Mt da 800,3 Mt nel 2023/2024. Il risultato è un ulteriore calo delle scorte mondiali di grano a 253,6 Mt nel 2024/2025 da 257,8 Mt nel 2023/2024.

Per il mais, l’USDA prevede un calo della produzione mondiale a 1219,9 Mt nel 2024/2025, rispetto ai 1228,1 Mt del 2023/2024. Allo stesso tempo, il consumo mondiale di mais dovrebbe aumentare a 1220,75 Mt da 1215,9 Mt nel 2023/2024.

Di conseguenza, si prevede che le scorte mondiali di mais scenderanno leggermente a 312,3 Mt per il 2024/2025, rispetto a 313,1 Mt per il 2023/2024.

‹ adv ›

Infine, per quanto riguarda la soia, l’USDA prevede un forte aumento della produzione mondiale nel 2024/2025 a 422,3 Mt da 396,95 Mt nel 2023/2024. 

Sebbene anche il consumo mondiale sia previsto in aumento a 401,7 Mt rispetto alle 383,53 Mt del 2023/2024, il risultato è un ampio surplus, con le scorte mondiali di soia per il 2024/2025 che salgono al massimo storico di 128,5 Mt rispetto alle 111,8 Mt del 2023/2024.

Il contratto di settembre 2024, che ha chiuso venerdì a 249,50 euro/t, il massimo dall’8 agosto 2023, è ora la prima scadenza quotata sul contratto del grano da macina di Euronext. Il maggio 2024 è scaduto venerdì 10 maggio.

Previsioni dell’USDA per il mercato statunitense

Il rapporto dell’USDA, pubblicato venerdì 10 maggio, ha dato ai mercati del grano e del mais di Chicago molto slancio e sostegno, con bilanci più deboli del consenso per il 2023/2024 e il 2024/2025. La soia, che è emersa con un bilancio più pesante del previsto per la nuova campagna, è riuscita a mantenersi a galla grazie al sostegno dei cereali.

Va notato che l’USDA prevede un aumento delle scorte di grano, mais e soia negli Stati Uniti nel periodo 2024/2025.

La produzione statunitense di grano dovrebbe aumentare leggermente a 50,6 Mt nel 2024, rispetto ai 49,3 Mt del 2023. Nonostante una ripresa delle esportazioni di +1,5 milioni di tonnellate a 21,1 milioni di tonnellate, si prevede che le scorte di grano aumentino a 20,85 milioni di tonnellate nel 2024/2025 rispetto ai 18,7 milioni di tonnellate del 2023/2024.

L’USDA prevede che la produzione di mais degli Stati Uniti nel 2024 sarà di 377,46 milioni di tonnellate, rispetto ai 389,7 milioni di tonnellate del 2023. Nonostante l’aumento del consumo interno (320,2 Mt) e delle esportazioni (55,9 Mt), si prevede che le scorte di mais aumentino a 53,4 Mt nel 2024/2025, rispetto ai 51,36 Mt del 2023/2024.

Per quanto riguarda la soia, l’USDA prevede una produzione statunitense di 121,1 Mt nel 2024, in netto aumento rispetto ai 113,3 Mt del 2023.

Anche in questo caso, nonostante l’aumento del consumo interno a 69 milioni di tonnellate e delle esportazioni a 49,7 milioni di tonnellate, si prevede che le scorte di soia degli Stati Uniti aumentino a 12,11 milioni di tonnellate nel 2024/2025 rispetto ai 9,3 milioni di tonnellate del 2023/2024.

Devi leggere
‹ adv ›
Articoli recenti