mercoledì, 5 Ottobre, 2022
HomeArticoloPerché i fiori si seccano e i pomodori cadono, come si evita...

Perché i fiori si seccano e i pomodori cadono, come si evita il fenomeno

Perché non legare la frutta ai pomodori? Questo fenomeno può avere diverse ragioni:

  • mancanza di cibo;
  • le piante sono state piantate troppo corte;
  • troppi germogli lasciati ;
  • irrigazione con acqua fredda;
  • alta umidità;
  • temperatura troppo alta nella serra (scarsa impollinazione).

Se noti diversi sintomi che possono portare a una mancanza di nutrizione, è necessario eseguire una corretta alimentazione dei pomodori.

Quali elementi fanno cadere i fiori dei pomodori

Ad esempio,  la carenza di potassio, estremamente necessaria durante il periodo di formazione del frutto, si manifesta con l’ingiallimento del bordo fogliare , che poi diventa bruno-bruno e si sbriciola, e si formano delle macchie brune tra le nervature fogliari.

Per eliminare la carenza di potassio, puoi usare un’infusione di cenere o fertilizzante di potassio per l’alimentazione: solfato di potassio, nitrato di potassio.

I pomodori spesso soffrono di carenza di boro. Il boro stimola la fioritura, contribuisce alla germinazione del polline, alla formazione di frutti e semi.

È difficile per i pomodori assorbire il boro dal terreno, specialmente nella stagione calda.  In assenza di boro nei pomodori, il frutto si lega debolmente, le bacche cadono .

Se non si applica il boro, il punto di crescita della pianta potrebbe diventare nero e le giovani foglie diventeranno fragili. Per prevenire e stimolare la formazione delle bacche , durante la fioritura, spruzzare sui pomodori una soluzione di acido borico (2,5 g per 10 litri di acqua) .

Temperatura e umidità nei pomodori

Nella calura del momento, il colpevole della caduta dei fiori di pomodoro è spesso una temperatura troppo alta, che spesso colpisce i pomodori in serra.

Se la temperatura è di 35°C e oltre, il polline può diventare sterile e l’impollinazione non avrà luogo, in quanto  la temperatura ottimale per la formazione e la maturazione del polline del pomodoro è nell’intervallo 20-25° C.

Un’umidità superiore al 70% e una scarsa ventilazione dell’aria hanno un effetto negativo sulla frutta . Pertanto, la serra dovrebbe essere sempre ben ventilata, soprattutto dopo l’irrigazione.

Non innaffiare i pomodori con acqua al di sotto dei 23..25°C.

Se noti che le bacche non si sono formate o si stanno sviluppando solo 1-2 frutti ,  non affrettarti a rimuovere la porzione , anche nel caso di pomodori indeterminati.

Esamina la pianta:  se la guidi in 1-2 steli e i germogli con le infiorescenze inferiori si sono già formati e le infiorescenze si sono asciugate, lascia il bambino più forte sullo stelo principale o sul germoglio laterale  (anche un germoglio di secondo ordine sarà utile).

Trasferisci il punto di crescita su di esso pizzicando la parte superiore del germoglio, su cui il frutto non è comunque legato.

Se il problema della caduta dei fiori si è verificato nei pomodori a crescita determinata, non lasciate uno, ma 2-3 dei germogli più forti (soprattutto se la pianta è forte): potrete pizzicare le punte dei germogli almeno dopo un’infiorescenza è legata su ciascuno di essi.

Ovviamente non esagerare e tieni i pomodori con 5 o più rami, soprattutto le varietà con frutti grandi: le piante devono essere ben ventilate e ben illuminate su tutti i lati.

Dopotutto, il calore scomparirà prima o poi e i frutti, se adeguatamente curati, si formeranno su nuovi germogli.

Inoltre, non vale la pena sovraccaricare le piante di frutta: con un gran numero di pomodori, il frutto sarà piccolo e non avrà il tempo di maturare.

Devi leggere
‹ adv ›spot_img
Articoli recenti