domenica, 14 Aprile, 2024
HomeNotizieStop alle importazioni, via il Green Deal, afferma il commissario europeo all’agricoltura

Stop alle importazioni, via il Green Deal, afferma il commissario europeo all’agricoltura

Il commissario europeo per l’Agricoltura Janusz Wojciechowski ha accusato le „politiche commerciali e climatiche” dell’UE per il malcontento degli agricoltori dopo che la commissione Agricoltura del Parlamento europeo lo ha invitato a difendere l’agricoltura europea.

„Gli agricoltori non sono scesi in piazza a causa della politica agricola dell’UE”, ha detto Wojciechowski in una lettera, vista da Euractiv, inviata giovedì (22 febbraio) all’eurodeputato Norbert Lins, presidente della Commissione agricoltura del Parlamento.

‹ adv ›

Lins ha scritto a Wojciechowski martedì (20 febbraio) a nome del comitato, chiedendo „leadership politica” e presentando sei richieste per alleviare il malcontento degli agricoltori che si è diffuso in tutta Europa dall’inizio dell’anno.

In risposta, Wojciechowski ha affermato di essere d’accordo sulla necessità di „azioni rapide”.

Ha aggiunto che le iniziative politiche nell’ambito del Green Deal dell’UE potrebbero essere andate „troppo oltre” in alcuni casi e ha chiesto cambiamenti nella politica commerciale dell’UE.

„Stop alle importazioni, via il Green Deal!” ha scritto nella lettera, di fatto sconfessando anni di lavoro della Commissione europea di chi fa parte.

Esponente del partito conservatore polacco Diritto e Giustizia (PiS) – uscito sconfitto dalle elezioni parlamentari dello scorso 15 ottobre – Wojciechowski sembrerebbe voler mettere i bastoni fra le ruote all’esecutivo UE di cui fa parte a pochi mesi dalle elezioni europee di giugno.

‹ adv ›

Con la salita al potere della coalizione guidata da Donald Tusk (PPE), il PiS non avrà infatti l’occasione di nominare il commissario polacco all’interno del prossimo esecutivo UE.

Due principali „minacce”

Attribuendo la colpa delle proteste degli agricoltori, Wojciechowski ha sollevato la questione di garantire una concorrenza „equa” negli accordi commerciali dell’UE e gli „oneri” del Green Deal.

Ha affermato che le importazioni dall’Ucraina e dal Marocco rappresentano una minaccia per gli agricoltori europei perché non sono prodotte secondo gli stessi standard e ha anche messo in guardia dal potenziale impatto dell’accordo commerciale UE-MERCOSUR.

„Il principio di reciprocità nelle relazioni commerciali richiede cambiamenti nella nostra politica commerciale e una maggiore protezione dell’agricoltura”, ha aggiunto.

Sulle politiche verdi, Wojciechowski ha chiesto che agli Stati membri sia consentito di rinunciare alle sanzioni per gli agricoltori che non sono in grado di soddisfare determinati standard di condizionalità.

Importazioni ucraine

Wojciechowski ha affermato che, sebbene la liberalizzazione commerciale con l’Ucraina nel giugno 2022 sia stata „molto vantaggiosa” per l’economia complessiva dell’UE, ha comportato un deficit commerciale per il settore agricolo.

Con l’ estensione dei benefici commerciali – le cosiddette misure commerciali autonome (ATM) – che sarà decisa presto dal Parlamento europeo e dal Consiglio, Wojciechowski ha esortato i legislatori a evitare il rischio di „aggravare la destabilizzazione” del mercato agricolo dell’UE.

„Gli interessi degli agricoltori non dovrebbero essere sacrificati ad altri interessi”, ha affermato.

Wojciechowski ha anche affermato che gli ATM dovrebbero essere accompagnati da una proroga per un altro anno del quadro temporaneo di crisi per gli aiuti statali agli agricoltori.

„È impossibile immaginare una situazione in cui gli agricoltori che sopportano i pesanti costi della liberalizzazione non possano trarre profitto dagli aiuti pubblici del loro paese”, ha affermato.

Fonte dell'articoloeuractiv.it
Devi leggere
‹ adv ›
Articoli recenti