domenica, 14 Aprile, 2024
HomeNotizieRobot e smartwatch nelle stalle hi-tech in provincia di Cremona

Robot e smartwatch nelle stalle hi-tech in provincia di Cremona

Nato più di 100 anni fa con una stalla e sole 7 mucche, oggi il Gruppo Carioni con sede a Trescore Cremasco, in Lombardia, dispone di 2000 bovini da latte e circa 1000 ettari biologici coltivati.

‹ adv ›

Grazie agli investimenti in tecnologia, realizzati con il contributo dei fondi della programmazione europea, l’azienda è diventata negli anni un modello di imprenditoria agricola radicata sul territorio che ha sempre mantenuto una conduzione familiare.

Innovazione, ma anche trasparenza e tracciabilità: i sistemi di alimentazione e di mungitura delle mucche sono robotizzati e questo ha permesso di snellire il lavoro ‘di fatica’ degli operatori che possono concentrarsi sul benessere animale e sul loro tracciamento.

A ogni bovino, infatti, è associato un podometro, una sorta di smartwatch che controlla il suo stato di salute e analizza le sue abitudini.

„Ogni 15 minuti – spiega Sara Carioni, responsabile dell’allevamento – rileviamo tutte le attività di un animale, dal riposo al movimento fino alla produzione. Così riusciamo subito a identificare i bovini in buona salute e quelli che sono in difficoltà”.

Gli spazi per la stabulazione sono ampi e pensati per diminuire lo stress degli animali.

„Negli ultimi anni – aggiunge – ci siamo concentrati sull’economia circolare. Seminiamo e coltiviamo ortaggi e cereali che sono alla base dell’alimentazione delle mucche. La percentuale di utilizzo de prodotti interni nella razione animale è dell’85%”.

‹ adv ›

I bovini, oltre al latte che viene trasformato internamente e commercializzato, producono anche reflui zootecnici che vengono recuperati per produrre negli impianti di biogas dell’azienda il digestato, ottimo fertilizzante per i terreni, ma anche energia riutilizzata per l’autoconsumo e venduta alla rete nazionale.

Anche grazie alla spinta delle risorse europee, quella del Gruppo Carioni è diventata la sala di mungitura robotizzata „più grande d’Europa” dove è possibile mungere fino a 20 mucche in contemporanea, con un aumento della produzione di latte tra i 12mila e i 20mila litri in più al giorno.

Fonte dell'articoloansa.it
Devi leggere
‹ adv ›
Articoli recenti