mercoledì, 5 Ottobre, 2022
HomeNotiziePsr Umbria, il bando per il ripristino dei danni alluvionali

Psr Umbria, il bando per il ripristino dei danni alluvionali

A disposizione 1 milione di euro per le aziende danneggiate dall’alluvione del 23 agosto 2021 a Perugia. Scadenza il 31 ottobre 2022, all’interno il link al bando.

È aperto in Umbria il bando per il ripristino delle infrastrutture danneggiate dall’alluvione del 2021, attivato sull’intervento 5.2.1 del Psr, che prevede contributi per i lavori necessari a far tornare pienamente attive le aziende agricole colpite da calamità naturali.

Al bando possono partecipare tutte le aziende agricole in attività che hanno subito danni nell’alluvione del 23 agosto 2021, riconosciuta come evento eccezionale dal Decreto del presidente della Giunta Regionale 54/2021.

Sarà quindi possibile fornire contributi alle aziende del Comune di Perugia che si trovano nelle frazioni di Villa Pitignano, Bosco, Pilonico Paterno, Lidarno, Ramazzano, Ponte Pattoli e Ponte Valleceppi e che hanno fatto la segnalazione dei danni.

Il bando, con a disposizione 1 milione di euro, offre un contributo del 100% delle spese sostenute per la rimessa in funzione delle infrastrutture aziendali danneggiate e per ricomprare i capi zootecnici persi in seguito all’alluvione.

Per richiedere il contributo, le aziende interessate dovranno presentare un progetto in cui si specificano gli interventi previsti, accompagnati da 3 preventivi di spesa.

Nel dettaglio sarà possibile finanziare:

  • la ricostituzione di colture permanenti danneggiate dall’alluvione;
  • l’acquisto di nuove attrezzature e impianti tecnologici;
  • l’acquisto di animali in sostituzione dei capi deceduti;
  • le spese per l’acquisto e la messa in opera di strutture e attrezzature temporanee necessarie a ripristinare il potenziale produttivo;
  • le spese di progettazione per un massimo del 6% del costo complessivo delle operazioni di investimento;
  • le spese (non superiori al 3%) per la predisposizione, la tenuta del fascicolo e la presentazione delle domande di contributo.

Sarà possibile anche chiedere un anticipo del 50% dei contributi, se l’azienda può presentare un piano di garanzia finanziaria previsto dal Psr.

Le domande, insieme alla documentazione richiesta e al progetto di ripristino, dovranno essere presentate ad Agea entro il 31 ottobre 2022.

Per tutti i dettagli e altre informazioni, si rimanda alla pagina dedicata e al testo completo del bando.

Devi leggere
‹ adv ›spot_img
Articoli recenti