mercoledì, 22 Maggio, 2024
HomeNotizieLa Romania apre un corridoio di solidarietà con l’Ucraina

La Romania apre un corridoio di solidarietà con l’Ucraina

Il primo ministro rumeno Marcel Ciolacu e il suo omologo ucraino Denys Shmyhal hanno firmato mercoledì a Kyiv un accordo per garantire il transito sicuro dei prodotti ucraini e lo sviluppo dei valichi di frontiera tra Ucraina e Romania.

‹ adv ›

Entro la fine del 2023, la Romania raddoppierà la capacità di transito dei cereali provenienti dall’Ucraina, ha dichiarato Ciolacu.

„Insieme, siamo riusciti a trovare un modo per facilitare il transito dei cereali e proteggere gli interessi degli agricoltori rumeni”, ha aggiunto.

La Commissione europea ha accolto con favore la firma del Memorandum d’intesa, affermando che il documento „rafforzerà ulteriormente la capacità dei corridoi di solidarietà”, soprattutto alla luce dei danni inflitti alle infrastrutture di trasporto dell’Ucraina in seguito all’aggressione della Russia.

„La Romania svolge un ruolo essenziale nell’operatività dei corridoi di solidarietà e collabora in modo costruttivo con tutte le parti coinvolte”, ha dichiarato la Commissione, ribadendo il suo costante sostegno all’attuazione dei corridoi UE-Ucraina e al piano d’azione ucraino per l’esportazione di cereali, soprattutto facilitando i collegamenti transfrontalieri e le operazioni di trasporto.

Il memorandum delinea anche i piani per migliorare i passaggi di frontiera tra l’Ucraina e la Romania, un’iniziativa pensata per soddisfare le esigenze immediate dell’Ucraina in materia di importazione ed esportazione, ancorandola saldamente alla rete di trasporto dell’UE.

Tra marzo 2022 e settembre 2023, oltre 51,5 milioni di tonnellate di cereali, semi oleosi e prodotti correlati e oltre 42 milioni di tonnellate di prodotti non agricoli (minerali, ferro e acciaio, legno) hanno lasciato l’Ucraina attraverso i corridoi di solidarietà. In questo modo è stato possibile esportare circa il 60% del grano ucraino dall’inizio della guerra.

Fonte dell'articoloeuractiv.it
Devi leggere
‹ adv ›
Articoli recenti