sabato, 15 Giugno, 2024
HomeNotizieGli agricoltori polacchi incontrano il presidente della Repubblica, dopo 10 giorni termina...

Gli agricoltori polacchi incontrano il presidente della Repubblica, dopo 10 giorni termina l’occupazione del parlamento

Il movimento degli agricoltori polacchi Orka ha posto fine allo sciopero della fame e alla protesta di 10 giorni contro il Green Deal europeo, dopo aver incontrato mercoledì il presidente Andrzej Duda.

‹ adv ›

La protesta, iniziata il 9 maggio, ha visto gli agricoltori del nuovo movimento Orka opporsi al Green Deal europeo e chiedere un incontro con il primo ministro Donald Tusk.

„Qui c’è la Polonia, non Bruxelles, qui i traditori non sono sostenuti”, hanno gridato mercoledì fuori dal Parlamento polacco i manifestanti, molti dei quali hanno iniziato uno sciopero della fame.

„Lasciate che Bruxelles mangi insetti. Noi mangiamo costolette di maiale polacche”, hanno aggiunto.

I manifestanti sono stati autorizzati a entrare nell’edificio del parlamento dai deputati dell’opposizione PiS (ECR), suscitando le accuse del partito al governo, secondo cui la protesta sarebbe stata orchestrata dal PiS per minare gli sforzi del governo di raggiungere un accordo con gli agricoltori.

Mercoledì, gli agricoltori hanno incontrato il Presidente Andrzej Duda nel corridoio del Parlamento e sono stati invitati al palazzo presidenziale per un incontro più lungo.

Szymon Hołownia, presidente della Camera bassa del Parlamento, il Sejm, ha promesso di convocare una tavola rotonda per discutere le richieste degli agricoltori.

„Stiamo ultimando i colloqui con il ministero dell’Agricoltura per la tavola rotonda al Sejm, per parlare dei problemi dell’agricoltura polacca”, ha dichiarato Hołownia a Euractiv Polonia e ad altri media.

„Dobbiamo discutere invece di usare l’agricoltura per dimostrazioni politiche”, ha insistito.

‹ adv ›

Sebbene i manifestanti abbiano terminato le loro proteste e lasciato l’edificio del Parlamento, sono ancora in attesa di un incontro con Tusk.

„Vogliamo sopravvivere a questo sciopero, ma lui ci costringe a fare un sacrificio in nome del suo ego”, ha dichiarato Hubert Kraft, uno degli agricoltori in protesta, citato dalla radio privata RMF FM.

Uno dei manifestanti si è rivolto a Tusk in tedesco, sostenendo che „non ci capisce. Capisce solo la lingua della von der Leyen”.

Altri importanti movimenti di protesta polacchi affermano di non conoscere il movimento Orka né i suoi membri.

Devi leggere
‹ adv ›
Articoli recenti