domenica, 14 Aprile, 2024
HomeNotizieColdiretti, al via in Puglia raccolta cotone 100% made in Italy

Coldiretti, al via in Puglia raccolta cotone 100% made in Italy

E’iniziata la raccolta del cotone 100% italiano grazie alla riscoperta di una fibra naturale che fra Puglia e Sicilia avviene su oltre 300 ettari.

‹ adv ›

E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti nel report ‘2023, il ritorno del cotone italiano’ diffuso in occasione dell’entrata in azione delle raccoglitrici nei campi della Capitanata, in contrada Valle di Iaccio a San Severo in provincia di Foggia, nell’azienda agricola Luciani.

Come viene evidenziato da Colrdiretti la pianta del genere „Gossypium”, appartiene alla famiglia delle Malvacee, teme il freddo e la carenza d’acqua, cresce bene in zone molte esposte al sole e alla luce e si adatta a vari tipi di terreno.

„Dopo circa tre mesi dalla semina – spiega Coldiretti – le piante sono già cresciute e hanno l’aspetto di arbusti di media altezza”.

Il cotone italiano 2023 è di „qualità eccellente, anche per la nuova varietà a fibra media”, con una produzione di oltre 35 quintali ad ettaro, con quotazioni di 140 euro al quintale se biologico e 110 euro al quintale se tradizionale. La coltivazione, informano da Coldiretti, costa tra gli 800 e i 1.200 euro ad ettaro per l’acquisto dei semi, la concimazione, l’irrigazione, la manodopera, il gasolio per i macchinari e la raccolta.

Esiste, viene precisato, una sola varietà nazionale ufficiale, la „Gela” alla quale „la ricerca agronomica sta cercando di affiancare altre varietà che ben si adattano al territorio italiano”.

‹ adv ›

Aldilà della tessitura per l’abbigliamento, il cotone „ha un utilizzo molteplice – conclude Coldiretti – dal mangime per la zootecnia all’olio per cosmesi e farmaceutica, mentre la pianta, in grado di raggiungere anche i tre metri di altezza a seconda della varietà, può essere ridotta in trucioli da sfruttare come combustibile nelle centrali termiche per il recupero energetico della biomassa vegetale”.

Fonte dell'articoloansa.it
Devi leggere
‹ adv ›
Articoli recenti