mercoledì, 5 Ottobre, 2022
HomeArticoloAnnaffiare pomodori e cetrioli - consigli

Annaffiare pomodori e cetrioli – consigli

I pomodori a media maturazione vengono irrigati 7-8 volte durante la stagione di crescita.

La prima irrigazione si effettua al momento della semina in campo. Si raccomanda che questa irrigazione abbia il carattere di un’irrigazione di soccorso, garantendo una bagnatura profonda del terreno.

Dopo 12 giorni si procede a una seconda irrigazione del terreno. Un eccesso di irrigazione in questo periodo porta a un rallentamento della crescita delle piante a causa dell’abbassamento della temperatura del suolo. Solo in casi eccezionali (grave siccità) l’irrigazione successiva viene applicata dopo 6 giorni (Gavriliță et al., 2009).

In seguito, l’intervallo tra le innaffiature non deve superare gli 8-10 giorni.

Dopo la semina il fabbisogno idrico è moderato e si applicano norme di irrigazione di circa 300 m3/ha. Ma durante la formazione e la crescita dei frutti il fabbisogno idrico è piuttosto elevato.

Alla fioritura la norma di irrigazione non deve superare i 250 m3/ha.

È molto importante che l’intervallo di irrigazione ottimale per i pomodori sia di 7 giorni. L’aumento di questo intervallo porta a una diminuzione della resa, confermata in modo convincente dai dati seguenti:

È necessario prestare particolare attenzione alla regolazione dell’umidità del suolo all’inizio della maturazione dei frutti. Durante questo periodo, un improvviso aumento dell’umidità può portare alla rottura dei frutti.

Per i pomodori precoci si applicano 4-6 irrigazioni: una a maggio, 2-3 a giugno e 1-2 a luglio.

I pomodori seminati direttamente in campo devono essere annaffiati 2-4 volte prima della fruttificazione e 3-4 volte durante il periodo di fruttificazione.

Per migliorare la qualità commerciale dei pomodori si consiglia di applicare 2-3 giorni prima della raccolta un’irrigazione di 70 m3/ha. Questa regola vale anche per proteggere le piante dalle gelate di fine primavera o inizio autunno.

Annaffiare i cetrioli

L’acqua è un fattore di crescita essenziale per i cetrioli. Condiziona direttamente il processo di crescita, è il mezzo di trasporto delle sostanze minerali fotoassimilate e dei prodotti metabolici, regola la temperatura della pianta attraverso la traspirazione, condiziona il processo di fotosintesi e respirazione. I cetrioli hanno un contenuto d’acqua più elevato rispetto ad altre colture, pari al 96%.

Il consumo idrico delle piante di cetriolo varia in base alla fase di crescita, aumentando dalla fase di germinazione a quella di raccolta.

Le norme di irrigazione a goccia per cetrioli e pomodori sono riportate nella tabella seguente:

Devi leggere
‹ adv ›spot_img
Articoli recenti