domenica, 25 Febbraio, 2024
HomeNotizieUncem, progetto europeo per migliorare uso acqua in agricoltura

Uncem, progetto europeo per migliorare uso acqua in agricoltura

L’ Uncem del Piemonte, nella convinzione che occorra ottimizzare le risorse idriche disponibili adattandosi al cambiamento climatico in atto, partecipa al progetto europeo “MountResilience” nell’ambito del programma Horizon.

‹ adv ›

Il progetto, che avrà una durata di 54 mesi e un valore di 18 milioni di euro, vede la partecipazione di 46 partner – tra i quali la Regione Piemonte – di 13 Paesi europei, che insieme proporranno politiche e strumenti di adattamento al cambiamento climatico.

Saranno sperimentate soluzioni tecnologiche in due diversi territori piemontesi: il primo a vocazione risicola, in collaborazione con la Coutenza Canali Cavour, il secondo frutticolo in collaborazione con il Consorzio del Pesio.

Il Piemonte infatti sarà protagonista insieme all’Università di Torino e il Politecnico di Torino di questa iniziativa pilota per elaborare strumenti di monitoraggio delle risorse idriche disponibili per l’agricoltura al fine di ottimizzare questa risorsa per l’irrigazione delle colture.

MountResilience prevede il coinvolgimento delle aziende agricole, degli istituti scolastici, delle amministrazioni locali e della cittadinanza. L’attività di informazione ed animazione sarà realizzata con il supporto dell’Unione nazionale Comuni, comunità e enti montani.

‹ adv ›

Oltre al Piemonte altre cinque Regioni europee elaboreranno una strategia di adattamento al cambiamento climatico, si tratta delle aree pilota del Tirolo (Austria), Gabrovo (Bulgaria), Râu Sadului (Romania), Vallese (Svizzera) e Lapponia (Finlandia).

„Tredici miliardi di metri cubi d’acqua scendono dalle Alpi Piemontesi – evidenzia il presidente Uncem Piemonte, Roberto Colombero – e dobbiamo insieme con tutti i fruitori, in particolare industria e agricoltura, ottimizzarne l’uso. In legge di bilancio 2024 ci sono fondi per gli invasi per l’agricoltura. Dobbiamo generare coesione tra i soggetti. Lo strumento ideale per farla, questa sinergia, sono le Green Community”.

Fonte dell'articoloansa.it
Devi leggere
‹ adv ›
Articoli recenti