sabato, 15 Giugno, 2024
HomeNotizieI conservatori tedeschi spingono per un divieto nazionale sulle importazioni agricole russe

I conservatori tedeschi spingono per un divieto nazionale sulle importazioni agricole russe

Il gruppo conservatore CDU/CSU al Bundestag sta spingendo per un divieto totale di tutte le importazioni di prodotti agricoli e alimentari dalla Russia e dalla Bielorussia come modo per indebolire lo sforzo bellico della Russia.

‹ adv ›

La Russia finanzia la sua guerra contro l’Ucraina con le esportazioni dell’industria agricola e alimentare, ha dichiarato alla Deutsche Presse-Agentur (DPA) l’esperto del settore agricoltura della CDU, Albert Stegemann.

„Questo deve essere impedito. Non bastano tariffe più alte sul grano russo”, ha sottolineato.

La CDU, che secondo l’emittente tedesca Ntv ha attualmente il 31% delle preferenze dei tedeschi, sta affermando sempre di più la sua pretesa di governare e plasmare l’agenda politica tedesca, avvicinandosi alla coalizione di governo a tre formata da socialdemocratici (SPD), verdi e liberali (FDP), che ha ottenuto il 33% – una tendenza che ha spinto il leader della CDU Friedrich Merz a chiedere più volte elezioni anticipate nelle ultime settimane.

Con questa proposta, la CDU affronta contemporaneamente due delle sue priorità elettorali.

Da un lato, il divieto di importazione riflette una linea dura nei confronti della Russia, poiché il partito sostiene che la SPD è stata troppo vicina a Putin in passato e non ha fatto abbastanza per sostenere l’Ucraina.

‹ adv ›

Inoltre, la CDU, come i suoi omologhi di centro-destra del Partito Popolare Europeo (PPE), sta concentrando il suo messaggio sul sostegno al settore agricolo, che è stato un tema caldo in Germania, soprattutto dopo la recente ondata di proteste degli agricoltori in tutta l’UE.

Allo stesso tempo, la Commissione europea sta valutando di imporre tariffe sulle importazioni agricole russe per rallentarne la crescita, sostenendo che non si tratta di sanzioni. Finora i prodotti alimentari e i fertilizzanti sono stati esentati dalle restrizioni commerciali dell’UE per non compromettere la sicurezza alimentare globale.

Nel frattempo, il 12 marzo la maggioranza dei legislatori del Parlamento europeo ha chiesto di imporre un divieto totale sulle importazioni di prodotti agricoli e alimentari russi nell’UE.

Tuttavia, non è chiaro se tali misure nazionali unilaterali, come quelle proposte dalla CDU, siano conformi alle norme dell’UE agli occhi della Commissione.

Sebbene la Commissione abbia già ritenuto illegali tali restrizioni commerciali, a febbraio ha deciso di indagare sulla Lettonia, che ha deciso di fare il primo passo a febbraio e sta attualmente rifiutando tali importazioni.

Mentre la Lettonia ha importato più di 260.000 tonnellate di grano dalla Russia tra luglio e dicembre 2023, la Germania ha acquistato solo 3.700 tonnellate.

„Noi in Germania e in Europa non dipendiamo dal grano russo”, ha sottolineato Stegemann.

La mozione della CDU, che dovrebbe essere discussa dal Bundestag giovedì, chiede al governo di preparare l’opzione di un divieto di importazione se non si raggiunge un accordo a livello europeo.

Devi leggere
‹ adv ›
Articoli recenti