domenica, 25 Febbraio, 2024
HomeAgroEcoLa ticchiolatura del melo (Venturia inaequalis): strategie di difesa in melicoltura biologica

La ticchiolatura del melo (Venturia inaequalis): strategie di difesa in melicoltura biologica

La ticchiolatura è la principale malattia fungina in melicoltura. Puo colpire interi raccolti e la produzione dell’anno successivo (figura A-C). I danni possono verificarsi sia sulla pianta che durante la conservazione.

‹ adv ›

In agricoltura biologica, il controllo della ticchiolatura viene effettuato per lo più con misure precauzionali. I prodotti fitosanitari vengono utilizzati per il controllo diretto prima dell’inizio delle piogge e durante la germinazione delle spore come „interventi tempestivi”.

Combinando varietà robuste e resistenti assieme a pratiche agronomiche adeguate e modelli previsionali, per ottimizzare i trattamenti, riducono la necessità di ricorrere a prodotti fitosanitari.

Raccomandazioni pratiche

• Utilizzare varietà resistenti, ad esempio Topaz, Inored story, GoldRush.
• Utilizzare misure sanitarie, ad esempio rastrellare le foglie cadute nel tardo autunno e sminuzzarle con una trinciatrice per favorire la degradazione delle foglie.
• Utilizzare modelli previsionali per stimare il volo delle ascospore e calcolare i gradi-ora (figura D).
• Utilizzare sistemi di irrigazione a goccia; se si utilizza l’irrigazione aerea, evitare che le piante rimangano bagnate per più di otto ore.
• Predisporre una struttura arborea aperta alla luce (potatura) e con uno sviluppo vegetativo limitato.

Controllo diretto

• Il trattamento preventivo deve essere effettuato immediatamente prima dell’inizio delle precipitazioni.
• Per le varietà sensibili, si raccomanda sempre di coprire tutte le precipitazioni dallo stadio di gemma rossa fino alla piena fioritura (Figura E-G).
• In caso di forte propagazione delle spore, trattare con zolfo e rame. L’applicazione alternata di rame e polisolfuro di calcio aumenta il rischio di rugginosità dei frutti anche con varietà non sensibili. Dopo la fioritura, continuare i trattamenti con polisolfuro di calcio in quanto meno fitotossico.

‹ adv ›

Controllo tempestivo (arresto della ticchiolatura)

• Il trattamento viene effettuato durante la fase di germinazione delle spore sulle foglie bagnate.
• Calcolare il trattamento in base ai modelli previsionali (ad esempio, RimPro2) (figura D) e calcolando i gradi-ora (temperatura media dall’inizio delle precipitazioni per le ore di bagnatura).
• Utilizzare 250 gradi-ora per un intervento tempestivo. Ripetere il trattamento in caso di precipitazioni.
• Il polisolfuro di calcio è il prodotto più efficace. Utilizzare gli stessi dosaggi del controllo preventivo. In alternativa, utilizzare i bicarbonati in combinazione con lo zolfo bagnabile.
• I prodotti a base di rame sono sconsigliati a causa dei loro effetti fitotossici sulle foglie e sui frutti.

Ulteriori letture:
• Kelderer, M., Casera C., Lardschneider, E. 2008. Formulated and unformulated carbonates to control apple scab (Venturia inaequalis) on organic apple. Germany.
• Ecofruit: 13th International Conference on Cultivation Technique and Phytopathological Problems in Organic Fruit-Growing.
• Kelderer, M., Casera, C., Torre, A. L. 2010. Preventative and curative applications of carbonates against apple scab (Venturia inaequalis) in organic apple orchards. Semantic Scholar.

Weblinks:

Autore: Alfredo Mora Vargas, Markus Kelderer.

Biofruitnet
Biofruitnethttps://biofruitnet.eu
BIOFRUITNET immagina un futuro in cui la produzione di frutta biologica nell'UE sia facile da realizzare, redditizia e sostenibile a lungo termine.
Devi leggere
‹ adv ›
Articoli recenti